Articles

Terapia laser per l’ipersensibilità dentinale: una revisione Cochrane

Background  L’ipersensibilità dentinale è ca­ratterizzata da dolore breve e acuto legato alla presenza di dentina esposta. Si verifica in ri­sposta a stimoli esterni come freddo, calore, osmosi, tattili o sostanze chimiche e non può es­sere spiegato da nessun’altra forma di difetto dentale o patolo­gia. La terapia laser è diventata un intervento comunemente usa­to per questa condizione e po­trebbe essere efficace.

Obiettivi  Valutare gli effetti della terapia la­ser, impiegata a livello ambulato­riale, rispetto al laser placebo, ad agenti placebo o a nessun tratta­mento per alleviare il dolore corre­lato a ipersensibilità dentinale.

Metodi di ricerca  Sono state eseguite ricerche bi­bliografiche nelle seguenti banche dati e piattaforme fino a ottobre 2020: Cochrane Oral Health’s Trials Register, the Cochrane Cen­tral Register of Controlled Trials (CENTRAL), MEDLINE Ovid, Em­base Ovid, CINAHL EBSCO, and LILACS BIREME Virtual Health Li­brary, ISI Web of Science, ZETOC, OpenGrey, US National Institutes of Health Ongoing Trials Register (ClinicalTrials.gov) e World Health Organization International Clinical Trials Registry Platform.

Criteri di selezione  Sono stati inclusi studi randomiz­zati controllati (RCT) in cui diverse tipologie di laser sono state con­frontate con placebo o con nes­sun trattamento su pazienti di età superiore a 12 anni e affetti da ipersensibilità dentale.

Risultati principali  Sono stati inclusi 23 studi com­prendenti 936 partecipanti e 2296 denti. Cinque studi sono stati valutati come a basso rischio di bias, 13 a rischio poco chiaro e cinque ad alto rischio di bias. Di­ciassette studi hanno fornito dati utili alla meta-analisi. Gli studi so­no stati suddivisi in sei sottogruppi in base al tipo di laser e alla misu­razione con cui era stato valutato l’outcome primario. È stata analiz­zata la variazione dell’intensità del dolore utilizzando una scala quan­titativa del dolore definita scala analogica visiva (VAS), da 0 nes­sun dolore a 10 dolore peggiore possibile. Il dolore veniva testato attraverso getti d’aria (air blast test) oppure attraverso stimolo tattile, a distanza di breve tempo (da 0 a 24 ore), di un tempo inter­medio (da più di 24 ore a 2 mesi) e di un periodo di tempo lungo (più di 2 mesi).

I risultati hanno dimostrato che, rispetto al placebo o a nessun trattamento, l’applicazione della terapia laser può ridurre l’intensi­tà del dolore quando testata attra­verso l’air blast test a breve termi­ne (prove di efficacia di bassa qualità), a medio termine (prove di efficacia di qualità molto bassa) e a lungo termine (prove di efficacia di qualità molto bassa). Allo stes­so modo, rispetto al placebo o a nessun trattamento, la terapia la­ser può ridurre l’intensità del do­lore quando testata attraverso sti­moli tattili a breve termine (prove di efficacia di bassa qualità) e a medio termine (prove di efficacia di qualità molto bassa). Tuttavia, non c’erano prove sufficienti di una differenza nell’intensità del dolore per tutti i tipi di laser quan­do testati attraverso stimoli tattili a lungo termine (prove di efficacia di bassa qualità).

La maggior parte degli studi inclu­si ha valutato gli eventi avversi, senza però mai riscontrarne. Nes­suno studio ha studiato l’impatto del trattamento laser sulla qualità della vita dei partecipanti.

Conclusioni degli autori  Prove limitate e incerte derivanti dalla meta-analisi suggeriscono che l’applicazione del laser, in generale, può migliorare l’inten­sità del dolore, quando testata attraverso il getto d’aria o stimolo tattile a breve, medio o lungo ter­mine rispetto al placebo/nessun trattamento. Nel complesso, la terapia laser sembra essere sicura.

Sono necessari studi, in futuro, inclusi RCT in doppio cieco ben progettati, per indagare ulterior­mente l’efficacia clinica dei la­ser e il loro rapporto costo-be­neficio.

Per continuare la lettura gli abbonati possono scaricare l’allegato.

Table of Content: Terapia laser per l’ipersensibilità dentinale: una revisione Cochrane