Articles

Tumefazione rossa del cavo orale

Paziente maschio, di anni 92, giunge presso il Pronto Soccorso Odontoiatrico dell’Ospedale SS. Paolo e Carlo, dell’Università degli Studi di Milano, riferendo la presenza da circa una settima­na di dolore e gonfiore a livello della gengiva inferiore. L’anam­nesi patologica remota risulta positiva per osteoporosi primaria in terapia con clodronato, ipertensione arteriosa e ipertrofia pro­statica benigna.

All’esame obiettivo del cavo orale si riscontra la presenza di una neoformazione, esofitica, sessile, di colore ros­so-bluastro, di diametro maggiore di circa 2,5 cm, localizzata a livello della sella edentula in regione corrispondente all’elemen­to 41. Si riscontra, inoltre, un quadro di parodontopatia diffusa, con abbondanti depositi di placca e tartaro e numerosi elementi dentari mancanti. In seguito a un’attenta valutazione clinica si evidenzia mobilità patologica degli elementi 42 e 43.

Tutti gli elementi dell’arcata inferiore risultano vitali a eccezione dell’elemento dentario 42. Tale elemento si presenta, inoltre, do­lente alla percussione.

Si decide di eseguire un’ortopantomo­grafia delle arcate dentarie e una rx endorale periapicale dalle quali è possibile rilevare un diffuso riassorbimento osseo oriz­zontale generalizzato e una radiotrasparenza apicale dell’ele­mento 42 estesa anche alla base della neoformazione.

Per continuare la lettura scaricare l’allegato.

doi: https://doi.org/10.19256/d.cadmos.10.2019.03

Table of Content: Vol. 87 – Issue 10 – Dicembre 2019