Articoli

Granuloma piogenico linguale in gravidanza: un case report

Obiettivi: Lo scopo di questo case report è descrivere un raro caso di granuloma gravidarum del margine linguale. Il granuloma piogenico (GP) è una lesione benigna molto comune a livello del cavo orale, che può insorgere in entrambi i sessi, con una predilezione per il sesso femminile, soprattutto tra la seconda e la quarta decade di vita. Si riscontra frequentemente nelle donne in gravidanza perché i cambiamenti ormonali che avvengono in quel periodo, concorrono, insieme ai fattori irritanti locali e cronici, alla sua patogenesi. Il GP si manifesta tipicamente come una massa di colore rosso-violaceo, di dimensioni variabili, che, nella grande maggioranza dei casi, insorge a livello gengivale. Il riscontro di tale lesione in sedi meno tipiche della cavità orale può rappresentare una sfida diagnostica, in cui la conferma istologica diventa di fondamentale importanza per differenziare condizioni benigne da disordini potenzialmente maligni o da manifestazioni orali derivanti da condizioni sistemiche più severe.
Materiali e Metodi: Gli autori descrivono in questo articolo un caso di granuloma piogenico linguale insorto, in una giovane donna in gravidanza, poche settimane prima del parto. Nonostante l’insolita sede di insorgenza, l’aspetto clinico ed il quadro anamnestico hanno condotto alla diagnosi clinica di granuloma piogenico indotto da alterazioni ormonali correlate alla gravidanza. In regime ambulatoriale e con anestesia locale, è stata eseguita l’asportazione della neoformazione linguale.
Risultati: Il GP può regredire spontaneamente dopo il parto, poiché vengono a ridursi gli squilibri ormonali che sostengono questa lesione. In questo particolare caso clinico la neoformazione ha tuttavia mostrato una progressiva crescita anche dopo il puerperio. Considerando le dimensioni della lesione linguale, il disagio derivato dall’ingombro e dagli episodi di sanguinamento intra-orale, è stata eseguita l’asportazione chirurgica della lesione. L’approccio escissionale ed il successivo
esame istopatologico hanno permesso la completa risoluzione del caso clinico in presenza di una diagnosi definitiva.
Conclusioni: Il GP è di fatto una lesione di tipo reattivo, per questa ragione è particolarmente importante un inquadramento odontoiatrico volto ad eliminare tutte le possibili fonti di irritazione cronica come placca batterica, tartaro, tasche parodontali o restauri incongrui che possono dar luogo all’insorgenza di questa lesione. Ancor più attenzione si deve porre nel caso di pazienti in gravidanza, dove anche in assenza dei fattori irritanti sopra descritti, le modificazioni ormonali, possono comportare l’insorgere di questa patologia.
Significato Clinico: Presentare la diagnosi ed il trattamento di un raro caso clinico di granuloma gravidarum del margine linguale, mostrando anche la gestione chirurgica della successiva recidiva locale.

Table of Content: Online first