Articoli

Valutazione di un dispositivo per la sanificazione di ambienti odontoiatrici tramite UV-C

Obiettivi: La pandemia dovuta al Covid 19 ha accentuato le esigenze di sanificazione di tutti gli ambienti sanitari, ma è soprattutto in quelli odontoiatrici che il controllo igienico si fa drammaticamente complesso. Nell’uso degli strumenti rotanti e ultrasonici odontoiatrici, infatti, si genera una nebulizzazione di acqua, saliva e talvolta sangue del paziente che determina la contaminazione di aria e superfici. Lo scopo di questa ricerca è stato testare un nuovo apparecchio per la sanificazione di aria e superfici degli studi dentistici, soprattutto degli ambienti operativi, tramite disinfezione UV-C.
Materiali e metodi: Il dispositivo UV Air T80 (DB Impianti, Bergamo, Italia) è stato sviluppato per rispondere alle esigenze delle strutture ambulatoriali, in particolare odontoiatriche. Lo abbiamo testato all’interno di uno studio dentistico, al
fine di valutarne l’efficacia e l’efficienza, le modalità d’uso e le eventuali controindicazioni. L’efficacia del dispositivo è stata valutata tramite il raggiungimento di valori soglia di dose radiante sulle superfici testate. La misurazione della dose raggiunta su ogni superficie è stata effettuata tramite uso di dosimentri monouso.
Risultati: Il dispositivo si è rivelato efficace ed efficiente, poiché ha permesso il raggiungimento di dosi battericide, virucide e sporicide di UVC sulle superfici degli ambienti di uno studio odontoiatrico, in tempi brevi, attraverso un processo facilmente validabile.
Conclusioni: Si ritiene che questo dispositivo possa facilmente inserirsi nella routine di sanificazione di ambienti odontoiatrici, aumentando la capacità di limitare infezioni crociate.
Significato clinico: La rapidità d’azione, la immediata disponibilità dei locali subito dopo la sanificazione, l’estrema sicurezza della procedura e la facilità d’uso, rendono questo dispositivo un valido ausilio per il clinico.

Table of Content: Online first