Articles

Aumento di volume localizzato sul versante vestibolare mascellare

Una paziente di 35 anni si presenta presso il Dipartimento di pa­tologia e chirurgia orale del Centro universitario di odontoiatria di Parma a causa di un aumento di volume localizzato, monola­terale, sul versante vestibolare mascellare di destra, presente da circa sei mesi. La paziente non è fumatrice e non riporta presen­za di patologie sistemiche. All’esame obiettivo si evidenzia un aumento di volume, sessile, di circa 2 cm di diametro, rotondeg­giante e dai margini ben definiti, a livello vestibolare superiore destro, in corrispondenza in zona 1.4 (mancante).

Si ri­scontrano, inoltre, pigmentazioni diffuse a livello vestibolare gengivale compatibili con la diagnosi clinica di pigmentazioni fi­siologiche. Alla palpazione la neoformazione appare di consi­stenza duro-lignea e non è mobile sui piani sottostanti. La pa­ziente non riferisce sintomatologia algica. Si effettua un esame radiografico (ortopantomografia) che mette in evidenza, in corri­spondenza della lesione clinica, un’area di leggera radiopacità, dai margini netti e ben definiti.

Per continuare la lettura gli abbonati possono scaricare l’allegato.

 

Table of Content: Vol. 88 – Issue 07 – Settembre 2020