Articles

La marsupializzazione del tessuto pericoronarico: un trattamento alternativo all’estrazione del terzo molare impattato

Obiettivi  Lo scopo del presente articolo è riportare un caso clinico di marsu­pializzazione di una lesione della pericorona di un terzo molare in­feriore orizzontale. Tale tecnica è stata presa in considerazione co­me alternativa all’intervento di estrazione del terzo molare man­dibolare, dal momento che la ri­mozione chirurgica di tali elemen­ti dentali potrebbe non essere un trattamento raccomandabile per le complicanze a esso connesse.

Materiali e metodi  Si riporta il caso di una donna di 45 anni, giunta all’attenzione degli autori presentando un’area osteolitica asintomatica in corri­spondenza del terzo molare infe­riore di destra incluso. Si è scel­to di intervenire mediante mar­supializzazione. Avendo fatto corrispondere la prima acquisi­zione radiografica a T0, si è im­postato il follow-up come di se­guito: T1 a 6 mesi, T2 a 12 mesi, T3 a 18 mesi.

Risultati  Durante il follow-up si è riscontra­ta una graduale deposizione di nuovo tessuto osseo attorno alla corona dell’elemento dentale.

Conclusioni  La marsupializzazione potrebbe essere considerata un trattamen­to alternativo all’estrazione del terzo molare mandibolare incluso, dal momento che risulta essere allo stesso modo efficace e con­temporaneamente scevra da nu­merose complicanze correlate all’intervento di avulsione.

Significato clinico  La marsupializzazione del tessuto pericoronarico può essere un trat­tamento conservativo e risolutivo.

Per continuare la lettura gli abbonati possono scaricare l’allegato.

 

Table of Content: Vol. 89 – Issue 06 – Giugno 2021