Articoli

Restaurativa nel settore anteriore: approccio diretto nella risoluzione del II sestante coinvolto da trauma

La rivoluzione adesiva e l’evoluzione delle resine composite hanno cambiato il modo di ragionare e di intervenire in seguito a grossi traumi o carie destruenti del settore anteriore.
L’adesione, da una parte evita un inutile sacrificio di tessuto dentario sano atto a rendere “geometrica” e ritentiva la cavità;
i compositi di ultima generazione, dall’altra, permettono risultati funzionali, estetici e duraturi nel tempo a patto che le procedure cliniche siano rigorose e precise.
Il risultato? Minor perdita di tessuto dentale, funzione, estetica, minor costo, possibilità semplice di re-intervento e longevità aumentata.
Le alternative in epoca pre-adesiva erano, in questi casi, sostanzialmente occupate da restauri indiretti con preparazioni
ritentive che sconfinavano nella disciplina protesica.
Nonostante ciò è sempre importante eseguire una corretta diagnosi, così da scegliere il giusto piano di trattamento adottando il protocollo più adatto in base alle considerazioni cliniche.

Per continuare la lettura gli abbonati possono scaricare l’allegato.

Table of Content: Vol. 89 – Issue 09 – Novembre 2021